Monthly Archives: settembre 2015

IMPRESSIONISTI “TETE A TETE” – sabato 7 nov ore 19.00 e venerdì 20 nov ore 20.30

Category : Mostre , Programma 2016

COMPLESSO DEL VITTORIANO

impressionisti

L’esposizione traccia un ritratto della società parigina della seconda metà dell’Ottocento, attraversata dai grandi mutamenti artistici, culturali e sociali di cui gli impressionisti furono esponenti e testimoni.

Edouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Frédéric Bazille, Camille Pissarro, Paul Cézanne, Berthe Morisot: questi, tra i tanti degli artisti presenti al Complesso del Vittoriano, in una rassegna di oltre sessanta opere, tra cui dieci sculture.

“IMPRESSIONISTI Tête-à-tête” offrirà la possibilità di ricostruire l’ambiente culturale, i contesti sociali e gli stimoli artistici in cui operarono gli artisti di quella “rivoluzione dello sguardo” e di quel rinnovamento stilistico di cui il movimento impressionista fu portavoce.

LE OPERE vere e proprie icone dell’impressionismo, mettono in luce gli aspetti innovativi del movimento artistico ed evidenziano, allo stesso tempo, le connotazioni delle singole personalità. Sarà possibile ammirare gli artisti riuniti intorno a Manet ritratti nell’Atelier di Bazille, ma anche la Berthe Morisot immortalata nel celebre Balcon di Manet e la giovane sconosciuta di Montmartre colta nell’istantaneità di una conversazione dell’Altalena di Renoir.

 

€ 15.00


MOLISE – dal 30 ottobre al 1 novembre

SEPINO – CAMPOBASSO

TERMOLI  CARAIBI  MOLISANI

ISOLE TREMITI S. NICOLA

BAGNOLI DEL TRIGNO – AGNONE

PIETRABBONDANTE

 

Vivendo in un paese straordinario e ricco di meraviglie come l’Italia a volte s’ignora la conoscenza e la bellezza dei siti più vicini alle nostre residenze,  questo è il caso del Molise, una delle regioni meno pubblicizzate del nostro bel Paese chela scorsa estate ho avuto modo di apprezzare e della quale mi sono invaghita e che non può mancare ASSOLUTAMENTE dal nostro elenco di luoghi da conoscere e amare. (S. P.)

Il Molise, è una  tra le più piccole regioni d’Italia, ricca di cultura, archeologia e arte culinaria. Un viaggio da non perdere, tra antichissimi borghi, paesaggi montani incontaminati e un mare cristallino fregiato del riconoscimento di Bandiera Blu d’Europa, uno tra gli scenari più incantevoli del mondo.

Qui il tempo sembra essersi fermato e l’atmosfera che si respira è quella di una terra in cui l’ospitalità e lo stile di vita semplice sono all’ordine del giorno.

SEPINO

SEPINO

 

Saepinum sorge nell’imponente zona archeologica di Altilia, attraversata dall’antico Tratturo Pescasseroli-Candela. La visita prevede  i resti dell’abitato romano con il foro, la basilica, Porta Bojano, le terme, il teatro, il Cardo e il Decumano, le mura e  le maestose porte d’accesso

 

 

 

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

E’ una città caratterizzata da strutture medioevali, posta sul pendio di un colle dove è presente la mole del  Castello Monforte che domina la città  e dal quale si sviluppa il centro storico, costituito da vicoli e scalinate lunghe e tortuose.

La città ottocentesca, denominata centro storico murattiano, si estende in piano e presenta le caratteristiche tipiche dello sviluppo urbanistico di tale periodo storico. Progettato secondo l’ideale della città giardino, presenta molti spazi verdi, ricchi di essenze arboree rare e pregiate (sequoie, cedri del Libano, ginkgo biloba, abeti rossi, lecci, ecc.), piazze, nonché fontane e fontanelle dalla quale sgorgano tuttora acque fresche e pure.

TERMOLI

TERMOLI

Un promontorio sul mare Adriatico sul quale sorge il suggestivo e antico borgo marinaro, delimitato da un muraglione che cade a picco sul mare. Il Castello è definito svevo in seguito alla ristrutturazione e fortificazione voluta da Federico II di Svevia nel 1240, dopo i danni arrecati da un attacco della flotta veneziana.

E’ il simbolo più rappresentativo della città. La sua architettura improntata a gran semplicità, priva di qualsiasi ornamento, e le sue caratteristiche difensive lasciano supporre che sia stato costruito in epoca normanna (XI secolo), interamente in pietra calcarea e arenaria, nei pressi di una preesistente torre longobarda.

Di notevole interesse architettonico è la cattedrale di stile romanico pugliese edificata nel punto più alto del promontorio termolese, al suo interno sono conservati i corpi dei santi patroni della città, Basso e Timoteo.

5

Isole Tremiti S. Nicola

Escursione Tremiti.

Possibile e dipendente dalle previsioni METEO, sostituibile con visita del borgo marinaro diTermoli.

Esperienza sensoriale totalizzante.

San Nicola pur essendo la più piccola delle Tremiti, (escludendo l’isolotto del Cretaccio e la più distante Pianosa), è storicamente ed artisticamente la più importante delle isole.

Il porto dell’isola è dominato dal complesso abbaziale fortificato di Santa Maria a Mare, risalente all’XI secolo. Dal porticciolo, attraverso un possente portale, ci si addentra all’interno dello spazio delimitato dalla cinta muraria. In questa zona si trovano il convento-castello fortificato  da Carlo d’Angiò e la chiesa di Santa Maria a Mare costruita dai benedettini di Montecassino nel 1045 (per questo l’isola di San Nicola è detta anche la Montecassino in mezzo al mare) nell’area dove sorgeva un’altra chiesa, da loro stessi rasa al suolo. L’abbazia fu saccheggiata nel XIV secolo dal corsaro dalmata Almogavaro e dalla sua flotta, i quali trucidarono i monaci mettendo fine alla presenza cistercense nell’isola e in tutto l’arcipelago. Nel 1412, in seguito a pressioni e lettere apostoliche, e su diretto ordine di Gregorio XII, una piccola comunità di Canonici Lateranensi guidata da Leone da Cararra si trasferì sull’isola per ripopolare l’antico centro religioso. Scelta come location della serie televisiva Braccialetti Rossi 2 andata in onda su Rai1 nell’inverno 2015.

6

BAGNOLI DEL TRIGNO

A Bagnoli l’imponente castello medioevale con la sua spettacolare posizione che rende il panorama di Bagnoli unico e suggestivo. E poi le chiese, quella di San Silvestro con il suo magnifico portale, risalente al XIII-XIV secolo, con decorazioni scultoree e il bellissimo Campanile sulla Roccia.

Il richiamo naturalistico è seducente per il suo aspetto rigoglioso e per la presenza delle acque cristalline del Trigno

7

PIETRABBONDANTE

Deve di certo il suo nome alla posizione arroccata tra gli enormi massi chiamati Morge. Prima di entrare in paese si incontra il suggestivo Bovianum Vetus, l’antico sito ellenistico-italico risalente al 95 a.C. e un tempo capitale del Sannio. DA NON PERDERE ma è una di quelle cose da vedere in Molise per bellezza, interesse storico, culturale e paesaggistico. Dal teatro del Bovianum Vetus si ha un panorama ameno sul Molise dove i borghi arroccati punteggiano e caratterizzano il territorio.

10

AGNONE

Centro storico e borgo medievale con un’architettura  di chiaro stampo veneziano, infatti avventurandosi lungo le stradine del borgo antico ci si imbatte di frequente nelle caratteristiche botteghe veneziane e nelle piccole statue di pietra raffiguranti  leoni tipici della Serenissima. Agnone è famosa per la tipica produzione molisana di latticini e di caciocavallo quest’ultimo ha ricevuto riconoscimenti internazionali ed è inserito nell’arca del Gusto di Slow Food

QUOTA DI PARTECIPAZIONE ASSOCIATI € 269,00

PRENOTA PRIMA (entro il 10 ottobre) € 249,00

Viaggio A/R con Bus Granturismo

hotelmolisePernottamento e prima colazione presso Hotel lusso MARTUR RESORT

 

 

 

 

Degustazioni e pensione completa

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE  NON COMPRENDE

Mance

Bevande ai pasti

Escursione Isole Tremiti S. Nicola