Category Archives: Programma 2012

  • 0

S. AGNESE e S. COSTANZA – domenica 8 gennaio 16.00

Category : Programma 2012 , Visite

AgneseCostanzaS. AGNESE
e
S. COSTANZA

Il complesso di S. Agnese e S. Costanza è situato sulla Via Nomentana, per il visitatore l’incontro con questa realtà, un po’ fuori mano dal centro storico, è una piacevole e inaspettata sorpresa. Il sito è ancora avvolto da una raccolta atmosfera rurale ed è notevole il patrimonio artistico che conserva.

Visiteremo l’antica basilica di S. Agnese fatta realizzare da papa Onorio I (625-638), del quale ancora oggi conserva gran parte dei caratteri e il magnifico mosaico dedicato alla martire che è collocato nel catino absidale.
Osserveremo i resti della Basilica Costantiniana, il primo edificio in ordine cronologico, la tipologia è quella della basilica circense, ovvero di una variante della basilica a tre navate, nella quale le navate laterali, anziché terminare in corrispondenza della parete di fondo, proseguivano in un semicerchio, seguendo l’abside.
Per concludere il mausoleo di S. Costanza considerato uno dei caposaldi dell’architettura tardo antica, uno dei primi esempi conservati (insieme al Battistero Lateranense) di edificio cristiano a pianta centrale con ambulacro. Una forma che deriva da modelli romani di ninfei, templi e mausolei con la caratteristica più innovativa dei due spazi circolari concentrici. È adornato da mosaici di notevole bellezza e raffinatezza esecutiva un unicum del mondo tardo antico. Fu eretto agli inizi del IV secolo da Costanza figlia di Costantino.

QUOTA ASSOCIATO € 10.00


  • 0

PIET MONDRIAN: L’armonia perfetta – venerdì 20 gennaio

Category : Programma 2012 , Visite

MondrianAl Complesso del Vittoriano

Al complesso del Vittoriano è in programma la mostra “l’Armonia Perfetta” dedicata al celebre pittore olandese Piet Mondrian , a distanza di cinquantacinque anni dall’ultima memorabile rassegna a lui dedicata nella città di Roma.
La Mostra è stata realizzata grazie alla concessione dei capolavori da parte del Gemeentemuseum dell’Aia, della National Gallery of Canada di Ottawa e del Philadelphia Art Museum.
L’esposizione offre al visitatore la possibilità di conoscere l’evoluzione artistica di Mondrian, attraverso settanta opere in olio e disegni e quaranta tele di artisti che hanno influenzato il cammino del Maestro.
Attraverso un’inedita installazione musicale curata da Claudio Strinati si svela la grande vitalità e la stretta corrispondenza tra la musica e la modernità della sua arte.
Come per tutti i maestri il punto di partenza per una creazione artistica è la natura, anche Mondrian ne è un attento osservatore tanto che agli inizi della sua carriera è un paesaggista, muterà il suo linguaggio attraverso una ricerca molto più personale e spirituale raggiungendo esiti straordinari.

QUOTA ASSOCIATO € 16 p.p.


  • 0

CORSO DI ARCHEOFOTO “La fotografia artistica” – gennaio/maggio 2012

Category : Corsi , Programma 2012

ArcheoFotoun’opportunità imperdibile…… 

A cura della Dott.ssa Stefania Ponti

“Con il Patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico” l’Associazione Culturale i Ponti nell’Arte promuove da gennaio a giugno il corso di Archeofoto presso il Museo delle Mura una delle più suggestive cornici della città.
6 incontri di domenica mattina che prevedono la presenza di:
Augusto De Luca un grande fotografo di fama internazionale;
Raffaele Morsella fotografo assistente di Augusto De Luca;
Stefania Ponti storica archeologa.
L’Associazione Culturale i Ponti nell’Arte propone un programma di alta qualità avvalendosi di esperti professionisti, per offrire agli iscritti la possibilità di conoscere il grande patrimonio culturale di una delle aree più affascinanti di Roma e l’opportunità di fissare le grandi emozioni che questi luoghi suscitano da sempre attraverso scatti fotografici.
Il corso si svolge nella sala circolare del Museo delle Mura e si rivolge a tutti coloro che sono appassionati di fotografia e di archeologia.
Nel minor tempo immaginabile si riuscirà a scattare foto ragionate che trasmettono emozioni e che vale la pena incorniciare.
Per iscriversi al corso NON occorre essere un fotografo professionista e avere una macchina fotografica da qualche migliaia di euro, anche l’uso del telefonino è appropriato.
I partecipanti al corso potranno:
con Augusto De Luca cambiare per sempre il modo di fissare le emozioni senza seguire noiosi manuali;
con Raffaele Morsella avere un’assistenza costante, suggerimenti e chiarimenti degli aspetti tecnici nell’uso della macchina fotografica;
con Stefania Ponti conoscere dal vivo l’aspetto archeologico e la storia attraverso l’illustrazione e descrizione dei siti e monumenti previsti nel programma.
A fine corso si prevede una Mostra fotografica in uno dei siti archeologici o contenitori museali di Roma.

PROGRAMMA di Augusto De Luca
■   Le regole base della composizione: introduzione ed esempi con proiezione
■   La struttura dell’immagini
■   Le geometrie nella composizione
■   La valutazione della distribuzione delle masse nel fotogramma

PROGRAMMA di Raffaele Morsella
■   Fotografia tradizionale e digitale
■   La scelta della fotocamera digitale (telefonino, compatta, reflex)
■   Tecnica al servizio della creatività
■   Cenni di elaborazione, correzione, ritocco, durante e dopo lo scatto
■   Dalla fotografia digitale alla stampa
■   Le fotografie sul WEB

PROGRAMMA della dott.ssa Stefania Ponti
■   Il Museo delle Mura
■   La Via Appia Antica
■   La Cartiera Latina (archeologia Industriale)
■   Cecilia Metella
■   Stadio di Massenzio

Gli appuntamenti:
domenica 22 gennaio; domenica 26 febbraio; domenica 25 marzo; domenica 22 aprile; domenica 06 maggio; domenica 27 maggio.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 240

ISCRIZIONE AL CORSO
Visto il grande interesse manifestato dagli Associati e dato il numero limitato di posti a disposizione è necessario procedere nostro malgrado ad una selezione delle richieste di iscrizione.
NON vi è limite di età e NON vengono richiesti titoli di studi o requisiti particolari o esperienze specifiche nel settore ma, le domande di iscrizione dovranno pervenire accompagnate da originali versi, parole o pensieri (anche dialettali) dedicati a Roma o alla Via Appia Antica che saranno valutati da una commissione apposita e poi riutilizzati per la Mostra di fine corso.

Per partecipare al corso è necessario essere associati all’Associazione Culturale i Ponti nell’Arte.

Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro e non oltre il 15 dicembre inviando una mail a ipontinellarte@alice.it con i seguenti dati:

– Cognome e Nome
– Indirizzo
– Telefono fisso
– Telefono Cellulare
– Data di Nascita
– Codice Fiscale


  • 0

Roma al tempo di CARAVAGGIO – sabato 28 gennaio / domenica 29 gennaio

Category : Programma 2012 , Visite

caravaggioAllA Palazzo Venezia

Una mostra imponente e davvero straordinaria, un progetto di alto valore scientifico, un’immersione emozionante tra le opere di Caravaggio e quelle dei compagni di viaggio del maestro
Particolare menzione merita il ritratto di Sant’Agostino, esposto per la prima volta in Italia ed attribuito recentemente al Caravaggio.
Un percorso espositivo di grande interesse, allestito in modo spettacolare sono presenti 140 opere e grandi nomi della storia dell’arte del XVII secolo:
Caravaggio, Artemisia Gentileschi, Annibale Carracci, Domenichino, Giovanni Lanfranco, Guido Reni, Orazio Gentileschi, Carlo Saraceni, Orazio Borgianni, Bartolomeo Manfredi Valentin, Vouet, Rubens, Ribera e molti altri.

QUOTA ASSOCIATO € 17 p.p.


  • 0

AREZZO: Monterchi Sansepolcro Anghiari – da sabato 3 a domenica 4

ArezzoAllAREZZO

Monterchi Sansepolcro Anghiari
da Sabato 3 a Domenica 4 marzo

Programma di viaggio:
Sabato 3 marzo
Partenza alle ore 06.30. Visita della città di Arezzo. Entrando dalle mura antiche il percorso parte dalla chiesa di S. Domenico dov’è conservato il celebre crocifisso di Cimabue, si prosegue per la casa di Giorgio Vasari all’interno è prevista l’illustrazione delle sale affrescate dal grande maestro. Passeggiando tra vicoli e viuzze si raggiunge il Duomo una straordinaria costruzione ricca di capolavori della storia dell’arte italiana, dopo aver effettuato la visita all’interno della struttura ecclesiastica, si riprende la passeggiata per Piazza Grande.
Pranzo in una fiaschetteria degustazione delle tipiche pietanze locali.
Nel pomeriggio visita della splendida Pieve che custodisce un grande capolavoro il polittico del pittore senese Pietro Lorenzetti. Visita alla casa del Petrarca.
Appuntamento riservato al ns gruppo nella chiesa di S. Francesco per ammirare il ciclo pittorico più importante del ‘400 eseguito da Piero della Francesca sul tema iconografico della “leggenda della vera Croce”.
Trasferimento in albergo pernottamento e cena.

Domenica 4 marzo
Dopo la prima colazione partenza per Monterchi per ammirare il famoso affresco della Madonna del Parto eseguito da Piero della Francesca.
Si prosegue per Sansepolcro piccolo centro in provincia di Arezzo, in prossimità del confine con l’Umbria. Terra natia del celebre pittore Piero della Francesca, del quale si conserva ancora la casa, Sansepolcro offre ai suoi visitatori le bellezze architettoniche del Palazzo delle Laudi, della Fortezza Medicea e della Cattedrale Romanica. E’ d’obbligo per completare il percorso visitare il Museo Civico dove sono conservate opere di maestri toscani i Della Robbia e alcuni affreschi del grande maestro Piero della Francesca.
Trasferimento ad Anghiari per un pranzo in un noto locale dove l’eccelsa cucina italiana potrà essere degustata.
Dopo il pranzo a zonzo per il delizioso e caratteristico centro urbano. Rientro a Roma in serata.

QUOTA ASSOCIATO: € 198,00

LA QUOTA COMPRENDE:

– viaggio andata e ritorno in bus granturismo;
– Sistemazione in hotel 4 stelle;
– Pranzi e cena come da programma;
– storica per le visite guidate;
– Ingressi a musei e chiese.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Tutto quello che non è indicato nel programma;
Escluse le bevande ai pasti;
Le mance.


  • 0

VILLA MEDICI: Le stanze segrete del Cardinale e la Gipsoteca – sabato 10 marzo

Category : Programma 2012 , Visite

VillaMediciVILLA MEDICI

Le stanze segrete del Cardinale e la Gipsoteca
Sabato 10 marzo ore 18,30

Un permesso molto speciale ci offre l’opportunità di visitare le stanze segrete del Cardinale a Villa Medici e di conoscere una personalità del Rinascimento molto intrigante, il cardinale Ferdinando I dei Medici.
Alla nascita di Ferdinando, il padre Cosimo I aveva letto nel quadro astrale del neonato la predizione di un destino regale.
Ferdinando era il suo quinto figlio maschio e nulla poteva far pensare che proprio lui da Cardinale sarebbe poi potuto divenire Granduca di Toscana.
Durante il soggiorno romano, una volta eletto cardinale, acquista una palazzina sul Pincio che diverrà Villa Medici, la più fastosa ed elegante dimora nobiliare di Roma, per la sua posizione geografica dalla quale si gode un panorama ineguagliabile, per l’architettura e gli ambienti interni degni di un principe del suo casato.
Jacopo Zucchi è l’artista di corte che decora le stanze ed il famoso Casino con grottesche e soggetti iconografici ispirati all’astrologia e alla mitologia, dando vita ad un ciclo pittorico tra i più raffinati del XVI secolo.

QUOTA ASSOCIATO € 22.00


  • 0

Galleria Borghese: I Borghese e l’Antico – domenica 11 marzo

Category : Programma 2012 , Visite

GalleriaBorghese2Galleria Borghese
I Borghese e l’Antico
domenica 11 marzo ore 17.00

Dopo 200 anni, per quattro mesi la Galleria Borghese vedrà tornare in sede, dal Museo del Louvre, i più importanti capolavori dell’arte antica appartenuti alla collezione formata dal cardinal Scipione Borghese all’inizio del Seicento.
“I Borghese e l’Antico” è il titolo di una mostra che vede ritornare dal Museo del Louvre, nella loro sede originaria, i più importanti capolavori dell’arte antica appartenuti alla Collezione Borghese, oggi nucleo essenziale della raccolta di antichità del museo parigino.
Dopo 200 anni, per quattro mesi la Galleria Borghese ospiterà i capolavori della più grande raccolta di antichità al mondo, restituendo alla collezione formata dal cardinal Scipione Borghese all’inizio del Seicento la sua sede d’origine. Da ammirare sessanta opere illustri come il Vaso Borghese, con scene dionisiache, l’Ermafrodito dormiente restaurato dal giovane Bernini, il Sileno e Bacco bambino, Le tre Grazie e il celebre Centauro cavalcato da Amore.
Il patrimonio archeologico dei marmi Borghese rimanda a quelle che fu una delle più “sensazionali vendite mai avvenute”, quando nel 1807 Camillo Borghese, marito di Paolina Bonaparte, accettò di vendere 695 pezzi tra statue, vasi e rilievi alla Francia per volontà del cognato Napoleone, secondo il proposito di dotare la capitale dell’impero del museo pubblico più importante delle arti universali.
Responsabile dell’acquisizione fu Ennio Quirino Visconti, antiquario di fama, ispirato dall’intenzione di scartare le opere “moderne”, convinto che solo l’arte antica potesse formare il “vero gusto”. La somma finale pattuita per la vendita fu di 13 milioni di franchi, sebbene la cifra venne di fatto corrisposta solo in parte. Tra la fine del 1807 e il 1808, le sculture archeologiche della Villa furono trasportate a Parigi, con impatto fortissimo sulle coscienze del tempo: Antonio Canova l’avrebbe definita nel 1810 “una incancellabile vergogna” per la famiglia che possedeva “la villa più bella del mondo”.
La mostra consentirà di ritornare agli anni in cui l’Europa guardava a Villa Borghese come al nuovo modello di esposizione e interpretazione dell’antico. Al piano terra del museo, nella cornice delle decorazioni tardo settecentesche, le statue, collocate secondo la descrizione di Ennio Quirino Visconti nel 1796. Al secondo piano, le sale restituiranno l’accostamento tutto seicentesco tra dipinti e sculture, rievocando il gusto del cardinale Scipione Borghese, fondatore della collezione e della villa.

QUOTA ASSOCIATO € 22 p.p.

LA QUOTA COMPRENDE:

– visita guidata con storica dell’arte della mostra e galleria
– biglietto ingresso galleria e mostra
– prenotazione
– auricolari.


  • 0

IL COLOMBARIO di POMPONIO HYLAS – sabato 24 marzo

PomponioUn gioiello dell’arte funeraria

Sabato 24 marzo ore 11.30

All’interno del Parco della Via Latina, tra quest’ultima e la Via Appia, si conservano numerosi sepolcri di età romana tra i quali il piccolo colombario scoperto nel 1831 da Pietro Campana detto di ‘Pomponius Hylas’.
Questo straordinario sepolcro stupisce per la raffinatezza di esecuzione e la perfetta conservazione delle sue decorazioni, un piccolo sacello funerario, edificato in età giulio-claudia frequentato sino al tempo di Antonino Pio.
Tra le raffinate ornamentazioni è presente uno dei più antichi mosaici parietali rinvenuto in Italia, realizzato con tessere di vetro su fondo blu e contornato da una fila di conchiglie, che conserva il nome dei due coniugi, Pomponio Hylas e sua moglie Pomponia Vitalinis, le cui ceneri sono ospitate in olle poste nella nicchia al di sopra del prezioso mosaico.
. Il sacello è costituito da un unico vano che incanta per la preziosità della decorazione a colori vivaci, che ricopre tutte le pareti, movimentate da edicole con frontoni e fregi in stucco con personaggi del mondo mitologico.

Quota di partecipazione: € 15.00


  • 0

IL COMPLESSO del SESSORIO – domenica 1 aprile

Category : Programma 2012 , Visite

SessorioS. Croce in Gerusalemme

Domenica 1 aprile ore 16.15

Nell’estrema parte orientale del Celio, tra la Porta Maggiore e l’Anfiteatro Castrense, si estendeva una grande villa imperiale, costruita verso la metà del III secolo d.C., che si sviluppava sia all’interno sia all’esterno delle Mura Aureliane. La zona, che per la sua posizione elevata era stata prescelta per l’ingresso in città della maggior parte degli acquedotti, era detta in antico «ad Spem Veterem» (alla Speranza Vecchia), dalla presenza di un tempio dedicato alla Speranza, costruito nel 477 a.C. Il santuario era così definito per distinguerlo dal nuovo tempio dedicato alla stessa divinità, costruito nel Foro Olitorio dove è situata attualmente la chiesa di S. Nicola in Carcere. Nella zona della «Speranza Vecchia» vi erano i giardini di Sesto Vario Marcello, padre dell’imperatore Elagabalo (218-222 d.C.), menzionati più volte dalla fonti storiche. Probabilmente all’inizio del III secolo e certamente al momento dell’avvento al trono di Elagabalo, i giardini, nei quali sorgevano grandi edifici di ogni tipo (il palazzo, l’anfiteatro, il circo ecc.), entrarono a far parte del patrimonio imperiale. Al momento della costruzione delle Mura Aureliane, motivi di carattere pratico e strategico non permisero di modificare il percorso della nuova cinta difensiva. Le mura furono fatte passare all’interno della grande villa, in alcuni casi (Circo Variano) tagliando parte degli edifici, o inglobandoli nella nuova struttura (Anfiteatro Castrense). All’inizio del III secolo d.C., forse già sotto il regno di Settimio Severo, la zona fu prescelta come residenza imperiale in alternativa alla sede ufficiale del Palatino, divenuta ormai inadatta alle esigenze dell’imperatore e della corte. Inizia allora la costruzione del Palazzo del Sessorio, il cui nome dovrebbe derivare da sedeo, «soggiorno». Nel IV secolo la villa imperiale fu residenza di Elena, madre di Costantino, che la scelse come sua abitazione e la abbellì con nuove costruzioni (le terme) e con numerosi restauri. Secondo la tradizione, all’imperatrice si deve il trasporto da Gerusalemme a Roma delle reliquie della Croce di Cristo, che costituì il motivo della costruzione dell’attuale chiesa, eretta utilizzando una grande aula del Palazzo Sessoriano.

QUOTA ASSOCIATO € 15.00


  • 0

SALVATOR DALI’: L’uomo e il genio – venerdì 20 aprile

Category : Programma 2012 , Visite

DaliAl Complesso del Vittoriano

 

La mostra organizzata in collaborazione con la Fondazione Gala-Salvador Dalì, propone un approccio inedito sulla figura dell’artista indagato in tutte le sue molteplici e diverse sfaccettature: pittore, disegnatore, pensatore, scrittore, appassionato di scienza, catalizzatore delle correnti delle Avanguardie, illustratore, orafo, cineasta e scenografo. Si farà luce su un aspetto tutt’ora trascurato negli studi e nelle mostre daliniane: il rapporto dell’artista spagnolo con l’Italia. L’Italia sarà infatti la costante, il filo rosso, l’elemento che terrà insieme tutte le opere esposte. Attraverso documenti, fotografie, disegni, lettere, progetti, oggetti lo si potrà seguire nei suoi viaggi per l’Italia, e rivivere gli incontri per ideare collaborazioni artistiche, come quello con Anna Magnani e con Luchino Visconti. La mostra si pone il compito di tessere il filo tra l’artista e l’uomo per restituire a tutto tondo il genio Salvador che ha saputo creare dalle sue bizzarrie caratteriali e biografiche un universo affascinante e suggestivo di immagini plastiche e letterarie davvero uniche.

QUOTA ASSOCIATO € 19 p.p.


PROSSIMI APPUNTAMENTI

31 dicembre 2017 sacro e profano

31 dicembre 2017 sacro e profano

Posti limitati Programma della serata   * Ore 20.00 incontro all’Hotel Il Cantico per un walki[...]
EVENTO DI NATALE ARTE & MUSICA - BASILICA di S. SILVESTRO AL QUIRINALE Domenica 17 dicembre ore 18.30

EVENTO DI NATALE ARTE & MUSICA - BASILICA di S. SILVESTRO AL QUIRINALE Domenica 17 dicembre ore 18.30

A cura della Dott.ssa Stefania Ponti L’Associazione i Ponti nell’Arte promuove una nuova edizione d[...]
PICASSO - venerdì 27 ottobre 20.40 SCUDERIE DEL QUIRINALE

PICASSO - venerdì 27 ottobre 20.40 SCUDERIE DEL QUIRINALE

Un’occasione unica! E’ la più grande mostra inserita nel ciclo delle celebrazioni picassiane, racco[...]
ANDALUSIA FIESTA E FLAMENCO - Dal 2 al 7 gennaio 2018

ANDALUSIA FIESTA E FLAMENCO - Dal 2 al 7 gennaio 2018

I POSTI DISPONIBILI SONO LIMITATI PRENOTA PRIMA  entro il 19 ottobre PREVEDE UNO SCONTO di € 100,0[...]
“IL PALATINO CAMBIA VESTE” - Arte contemporanea sul Palatino - Domenica 1 ottobre ore 10.30 e 15.30

“IL PALATINO CAMBIA VESTE” - Arte contemporanea sul Palatino - Domenica 1 ottobre ore 10.30 e 15.30

"Da Duchamp a Cattelan" a cura della dott.ssa Stefania Ponti Tra le monumentali rovine, viene esp[...]
ACTING  ITINERARY: SULLE ORME DI ADRIANO: Tracce, presenze e memorie - venerdì 15-22-29 settembre ore 20.15

ACTING ITINERARY: SULLE ORME DI ADRIANO: Tracce, presenze e memorie - venerdì 15-22-29 settembre ore 20.15

TRACCE PRESENZE e MEMORIE Itinerari tematici sotto le stelle “nella storia e nel teatro” da un’id[...]
ABBONAMENTO A “CULTURA & ARTE” - 2017/2018 Gruppo “Quattro pietre…”

ABBONAMENTO A “CULTURA & ARTE” - 2017/2018 Gruppo “Quattro pietre…”

PROGRAMMAZIONE DELLA PROSSIMA STAGIONE DI VISITE 2017/2018 IL CONVENTO DI TRINITA’ DEI [...]

MEMO

  • CORSI TEMATICI

    23 marzo 2015

    L’Associazione Culturale i Ponti nell’Arte promuove conferenze e corsi tematici utilizzando sedi speciali. Gli incontri culturali a carattere storico, artistico, archeologico, ageologico, teatrali e cinematografici organizzati dall'Associazione i Ponti nell'Arte si rivolgono a utenti di tutte le età. L'Associazione i Ponti nell'Arte per la realizzazione dei corsi si avvale di personale specializzato e di provata esperienza e professionalità in tutti i settori culturali proposti.

    Sample Link

Artisti emergenti

Artisti emergenti

GERMANA MARCHIONI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il/La sottoscritto/a, acquisite le informazioni di cui all’art. 13 della D. Lgs. 196/2003, ai sensi dell’art. 23 della legge stessa, conferisce il proprio consenso al trattamento dei dati personali.

LOGIN - AREA CONVENZIONATI

CALENDARIO

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031